Balbuzie e Balbuzie neurogena

Balbuzie e Balbuzie neurogena

Età adulta (dai 19 anni)

IL DISTURBO

La balbuzie neurogena è un disturbo del ritmo del linguaggio di origine neurologica in cui il paziente sa esattamente cosa vuole dire, ma non è in grado di articolarlo a causa del prolungamento, della cessazione o della ripetizione involontaria del suono.

Il meccanismo fisiopatologico sottostante non è certo poiché la balbuzie neurogena può apparire associata a più patologie e punti di lesione. Generalmente si manifesta come conseguenza ad eventi traumatici come ictus, attacchi ischemici, meninigiti ed altri.

LA VALUTAZIONE

L’iter diagnostico prevede degli incontri valutativi con il paziente e con il caregiver attraverso strumenti clinici e test standardizzati con l’obiettivo di inquadrarne:

  • il quadro neurologico.
  • l’autonomia funzionale.
  • il profilo cognitivo-comportamentale.
  • il livello sintomatologico e sindromico del disturbo.

LA NOSTRA
PROPOSTA CLINICA

In funzione del quadro sintomatologico e sindromico emergente dalla valutazione funzionale effettuata e delle esigenze dell’adulto, si struttura una specifica risposta terapeutica.

L’intervento riabilitativo prevede una presa in carico globale del paziente e del caregiver, attraverso il coinvolgimento delle diverse figure professionali dell’equipe multispecialistica del Centro.

Si propongono terapie ambulatoriali e/o domiciliari individuali ed incontri periodici di gruppo rivolti al paziente.
Verranno effettuati inoltre incontri di gruppo informativi e di supporto ai caregiver.

La terapia si propone il raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • creare un’alleanza terapeutica con il paziente e una collaborazione con la famiglia.
  • creare uno spazio sociale dove il paziente possa far emergere la propria individualità.
  • riabilitare il linguaggio tramite la riduzione delle disfluenze prodotte e migliorare l’efficacia comunicativa negli scambi relazionali.
  • stimolare i domini cognitivi.
  • favorire l’autonomia globale.
  • offrire uno spazio condiviso per accogliere problematiche emotive del familiare correlate al disturbo del paziente.

EQUIPE COINVOLTA

L’equipe coinvolta nell’iter diagnostico e riabilitativo è multidisciplinare:

  • Neurologo
  • Neuropsicologo
  • Logopedista
  • Fisioterapista
  • Terapista occupazionale
  • Assistente sociale